Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.
Accetto
  • CENTRO SONNO PER LE DONNE
    Premio Best Practice al Centro Sonno di Auxologico
    Approfondisci
  • MEDA: LE LEZIONI DI AUXOLOGICO A UNITRE
    Il programma per il 2017
    Approfondisci
  • NUOVO SERVIZIO: Auxolab Prevenzione
    Pacchetti di Prevenzione. Esami di Laboratorio.
    Approfondisci


Neuro-Riabilitazione



Il polo di neuro-riabilitazione presso "Capitanio", Polo Chirurgico e Neuroriabilitativo

A cura del Prof. Luigi Tesio 
• Direttore dell’Unità Clinica e Laboratorio di Ricerche di Riabilitazione Neuromotoria, Istituto Auxologico Italiano.
• Ordinario di Medicina Riabilitativa presso l’Università degli Studi di Milano.

L’insieme delle procedure volte al recupero fisico di chi ha acquisito una disabilità a causa di una malattia del sistema nervoso - cervello, midollo spinale, nervi - o muscolare, viene chiamata neuro-riabilitazione.

Si tratta di una disciplina specifica che ha nel medico Fisiatra, specialista in medicina fisica e riabilitativa, la figura di riferimento per tutta l'équipe tecnica multiprofessionale che comprende figure diverse: fisioterapisti, logopedisti, infermieri in unità di riabilitazione, terapisti occupazionali e altre ancora.

Può divenire un paziente neuro riabilitativo, per esempio, la persona reduce da ictus cerebrale e sofferente di emiparesi, così come la persona reduce da un intervento neurochirurgico cerebrale o midollare, oppure chi soffra di sclerosi multipla.

La cura si basa su programmi riabilitativi multi-professionali che mirano al massimo recupero possibile delle funzioni originali di locomozione, comunicazione, autosufficienza nel controllo sfinterico, utilizzo degli arti superiori. Il progetto si articola in programmi che puntano ad obiettivi raggiungibili a livello personale, tenuto conto anche delle condizioni iniziali, del contesto familiare ed abitativo, del tipo di attività lavorativa.

L’insieme dei programmi, condivisi con l’équipe e con il paziente, viene adattato al singolo caso e modificato nel tempo in base ai risultati. I programmi possono essere svolti nel contesto di un ricovero ospedaliero oppure in ambulatorio o a domicilio.

Fra i temi di punta nella ricerca, fortemente integrata con l’attività clinica, si possono citare l’analisi strumentale del movimento e in particolare dell’equilibrio e della locomozione, la sperimentazione di tecnologie di esercizio innovative, l’interazione fra disabilità motorie e cognitive.

E’ ampiamente dimostrato che le procedure di esercizio, eseguite in contesti medico-sanitari adeguati, sono efficaci nel ridurre il grado di disabilità e nel prevenirne l’aggravamento.

La ricerca in riabilitazione sta facendo grandi passi in avanti e trae spunti e sostegno da tutti gli avanzamenti delle neuroscienze. L’Istituto Auxologico si occupa di riabilitazione neuromotoria da molti anni, sia a livello clinico sia sperimentale, nelle sue Unità Operative in Piemonte a Piancavallo-Verbania e a Milano, nel Polo di Neuroriabilitazione in via Mercalli.

L’Istituto è divenuto un punto di eccellenza in ambito neuroriabilitativo e questa posizione è stata raggiunta con l’attenzione alla scelta e alla formazione del personale, e grazie alla condivisione dei modelli gestionali tra componente amministrativa e sanitaria. L’attenzione all’innovazione tecnologica e nella cura e l’apertura a collaborazioni internazionali contribuiscono a creare i presupposti per offrire al paziente neurologico le migliori cure riabilitative.



(2016-02-15 11:59:34)