Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookies.
Accetto
  • SOLE SULLA PELLE, SOLE SULLE OSSA I PRO E I CONTRO
    CHIACCHIERATA CON IL PUBBLICO - 21 GIUGNO 2017
    Approfondisci
  • UN NUOVO GENE ENTRA NEL PUZZLE DELLA SLA
    IL 34ESIMO GENE ASSOCIATO ALLA SLA
    Approfondisci
  • LA CREATIVITA’ DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI DEL VCO
    IMMAGINA E DISEGNA IL “PAESE PER CRESCERE SANI”
    Approfondisci


U.O. Recupero e Riabilitazione Funzionale ad Indirizzo Pneumologico





Direttore :


Dott. Paolo Fanari
p.fanari@auxologico.it
 
Coordinatore Infermieristico :
Monica Camerlengo
 
Sede Reparto :
Istituto Scientifico Ospedale San Giuseppe, Piancavallo
 
Ambulatori Specialistici Malattie Polmonari e Patologie del sonno :
Istituto Scientifico Ospedale San Giuseppe, Villa Caramora
Istituto Scientifico San Michele, Milano
 
Contatti:
Per informazioni ed acquisizione di notizie da parte dei familiari / aventi diritto si prega di contattare:
Telefono Reparto: 0323 514291
Fax reparto: 0323 514291
Telefono coordinatore infermieristico: 0323 514336
Mail coordinatore infermieristico: m.camerlengo@auxologico.it

 
L’ Unità Operativa si compone di 40 letti di Riabilitazione ad indirizzo Pneumologico.
 
La sua attività è indirizzata a pazienti  affetti da patologie respiratorie, specialmente associate ad obesità anche di grave entità (IMC > 40 kg/m2 ) tali da richiedere un periodo di riabilitazione e monitoraggio clinico e strumentale in modo da risolvere o ridurre l’entità della patologia alleviandone i sintomi, migliorando le prestazioni fisiche e la qualità di vita.
 
L’Unità Operativa di Riabilitazione ad indirizzo Pneumologico lavora con il proposito di recuperare e riabilitare la funzione respiratoria  applicando avanzate modalità di valutazione e tecniche  terapeutiche ad approccio  multidisciplinare, avvalendosi dei servizi di terapia respiratoria e motoria ai quali è demandata l’esecuzione dei programmi personalizzati di riabilitazione, e del servizio di dietologia per l’impostazione di un percorso nutrizionale individualizzato  adatto alla necessità di ottenere un  calo ponderale e un riequilibrio metabolico.
All’interno del reparto il personale infermieristico, addestrato e formato per gli interventi specifici sulle patologie trattate, completa gli interventi programmati, con particolare riguardo al controllo e al monitoraggio dei pazienti sottoposti a ventilazione meccanica.
 
 
L’ Unità Operativa è particolarmente impegnata nel trattamento della sindrome delle apnee del sonno (OSAS), disponendo di attrezzature dedicate e di ventilatori per l’assistenza respiratoria per la cura di questa patologia.
 
I programmi riabilitativi sono dedicati a pazienti con patologie respiratorie secondarie a grave obesità e prevedono, oltre alle attività riabilitative respiratorie, la rieducazione al movimento, il miglioramento della tolleranza allo sforzo, il calo ponderale, l’ottimizzazione della terapia farmacologica e l’informazione sanitaria finalizzata alla comprensione della propria patologia, alle cure effettuate, all’uso dei device respiratori e dei ventilatori. 
Ai pazienti affetti da insufficienza respiratoria ipossiemico-ipercapnica cronica o in fase di scompenso viene fornita assistenza respiratoria  tramite un  particolare intervento multidisciplinare ad alta intensità e tramite l’uso di attrezzature tecnologicamente avanzate quali numerosi modelli di ventilatori di ultima generazione in grado di assistere la respirazione del paziente in ogni modalità necessaria.
 
Sono considerati idonei per il ricovero i pazienti che siano affetti da una o più delle seguenti condizioni:
 
  • Malattie ostruttive bronchiali croniche anche associate ad obesità di ogni grado.
  • Insufficienza respiratoria.
  • Sindromi restrittive respiratorie.
  • Esiti funzionali di interventi di chirurgia toracica.
  • Esiti  di recente episodio di insufficienza respiratoria in pazienti dimessi
da Unità Operative di Terapia Intensiva Respiratoria, Pneumologiche o in genere per pazienti acuti.
  • OSAS (Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno) in pazienti con complicanze.
  • Disadattamento dal ventilatore non invasivo per il trattamento di OSAS nell’evidenza di  presenza  di insufficienza respiratoria globale causata dal mancato utilizzo del ventilatore o  da sintomi inerenti persistenti la patologia .
  • Adattamento alla terapia ventilatoria non invasiva in pazienti con particolari caratteristiche e con copatologie che hanno determinato l’impossibilità all’adattamento ambulatoriale e quindi con persistenza dell’insufficienza respiratoria già diagnosticata.
  • Perdita della autonomia parziale o totale in seguito al decondizionamento a compiere   sforzi fisici in relazione a patologie che abbiano coinvolto l’apparato respiratorio.
 
 
Metodiche di valutazione utilizzate:
 
  • Valutazioni Specialistiche Pneumologiche.
  • Test di funzionalità respiratoria (spirometria,  diffusione alveolocapillare per l’ Ossido di Carbonio (DLCO), massima ventilazione volontaria, test alla metacolina ).
  • Walking test  6 min.
  • Saturimetrie notturne ( in aria ambiente, in Ossigeno e  in ventilazione meccanica ).
  • Monitoraggi cardiorespiratori notturni in aria ambiente e in ventilazione meccanica con apparecchiature portatili o fisse.
  • Emogasanalisi arteriosa.
  • Test da sforzo cardiorespiratorio.
  • Indagini radiologiche (Rx del torace, TC torace, RM torace).
  • Impedenziometria e calorimetria.
  • Esami di laboratorio.
  • Consulenze specialistiche.
 
Interventi sanitari a supporto:
 

  • Sostegno psicologico.
  • Valutazioni dietologiche e fisioterapiche.
 
 
 
Come struttura facente parte di un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), la nostra Unità Operativa, rappresentata da tutto il suo personale, è impegnata nell’attuazione di protocolli di ricerca traslazionale ovvero con previsione di applicazione alla pratica clinica, di sperimentazione di nuovi farmaci e di disegno di protocolli riabilitativi innovativi.
 
 
Staff Medico :          
 
Codecasa Franco
Cornacchia Mauro
Palmulli Patrizia
Tovaglieri Ilaria







pressoffice2 (2016-11-10 10:49:21)